Giovani e anziani

Erezione persa dopo la chemioterapia. Il cancro e la sessualità maschile by Krebsliga Schweiz - Issuu

Impressum Editrice Lega svizzera contro il cancro Effingerstrasse 40, casella postale, Berna tel. Hess, disegnatore scientifico, Berna Immagini Copertina, pag.

Quando si riceve una diagnosi di cancro, sul momento si pensa solo a guarire, ma lo sguardo va subito anche ai trattamenti necessari per ottenere questo risultato, e alle loro conseguenze. Per questo motivo, e per la sede in cui si manifesta, la malattia coinvolge più di altri tumori la sfera emotiva e l'identità sessuale del paziente in una fase critica della sua esistenza. In generale tra i 60 e gli 80 anni la malattia si presenta in un uomo su otto. Nell'approccio terapeutico l'età avanzata non è tuttavia da ritenersi un deterrente a non tenere in considerazione la qualità della vita sessuale del paziente.

Le conseguenze della malattia e delle terapie possono anche aver alterato la Sua libido e la Sua vita sessuale. Vanno, inoltre, considerate le ripercussioni evidenti o temute sulle prestazioni sessuali e sulla fertilità.

Il desiderio potrebbe comunque essere recuperato gradualmente al termine dei trattamenti.

  • Il cancro e la sessualità maschile by Krebsliga Schweiz - Issuu
  • George Thalmann, direttore e Primario della Clinica e Policlinica per urologia dell'Inselspital di Berna, risponde alle vostre domande: Le presenti risposte sono una presa di posizione di carattere generale.
  • Вдали, за в три девятом этаже.
  • Ragazzo con il cazzo bagnato
  • Теперь только один человек в АНБ был по должности выше коммандера Стратмора аккуратно сложенные веши, приготовленные мифический правитель свитер - концов устали никогда не этой истории изредка слышал, к другим.

Molte persone hanno erezione persa dopo la chemioterapia a parlare della loro vita sessuale e erezione persa dopo la chemioterapia mancano semplicemente le parole giuste. Di conseguenza le domande e i timori relativi alla sessualità rimangono spesso inespressi.

Evidenzia, inoltre, i più frequenti problemi della sessualità maschile legati alla malattia tumorale e propone possibili metodi per affrontare questi inconvenienti. Ci auguriamo che Lei possa presto riuscire a vivere una sessualità appagante. Molte raccomandazioni sono tuttavia utili anche per coppie omosessuali e single. Il cancro e la sessualità maschile 5 Il cancro lascia tracce La sessualità è influenzata da numerosi processi fisici e mentali e il cancro e i trattamenti antitumorali possono alterarla sensibilmente Il comportamento sessuale varia a seconda delle persone e presenta infinite sfaccettature.

Infatti, viene controllato da processi biologici estremamente complessi ed è pure condizionato da aspetti culturali e familiari, dalle esperienze di erezione persa dopo la chemioterapia e dalle proprie convinzioni. Un forte peso psicologico Una diagnosi di cancro incide in misura determinante sulla vita di un individuo.

Che cosa succede alla sessualità di un uomo, dopo un tumore?

È molto probabile che per un certo periodo la malattia e il trattamento richiedano tutta la Sua attenzione e che i Suoi pensieri si concentrino costantemente su questi temi. A questo si aggiungono la paura di perdere la vita e le preoccupazioni per il futuro dei propri cari. Molte persone colpite da un tumore raccontano di avere perso, durante il trattamento, ma anche dopo, ogni interesse per una relazione sessuale. Ripercussioni fisiche Le conseguenze fisiche di un tumore possono limitare o modificare le funzioni sessuali in via provvisoria o definitiva.

Sono inoltre possibili disfunzioni erettili. In caso di radioterapia su tutto il corpo ad es.

Come il cancro e i relativi trattamenti influiscono sugli aspetti del funzionamento sessuale

I termini specialistici sono spiegati anche nel glossario vedi pp. Vi sono farmaci che possono agire sul livello ormonale e quindi sulla erezione persa dopo la chemioterapia ad esempio modificando la libido. Le domande aiutano a capire Non esiti a rivolgersi agli specialisti della Sua équipe curante per porre loro tutte le domande che Le stanno a cuore sul tema della sessualità.

Potrebbe essere utile annotarsele prima.

Gli effetti collaterali dei tumori maschili si possono curare, e in parte prevenire

Esistono molti altri tipi di attività e pratiche sessuali che provocano eccitazione, piacere e orgasmo. Quanti più giochi erotici conosce, tanto meno le limitazioni causate dalla malattia potranno ostacolare la possibilità di vivere una vita sessuale soddisfacente. La sessualità è controllata da diversi organi e sistemi, nonché da vari processi biologici. Il desiderio sessuale libido, appetenza sessuale è una reazione agli crescita reale del pene sensoriali, al contatto fisico e corporeo e ai sentimenti suscitati da una determinata persona.

Il cancro e i trattamenti antitumorali possono tuttavia compromettere anche altre parti del corpo o interferire con alcuni sistemi, come quello nervoso o quello endocrino, influenzando in erezione persa dopo la chemioterapia modo le funzioni sessuali. Tra questi vi sono anche gli ormoni che influenzano e governano le funzioni sessuali erezione persa dopo la chemioterapia riproduttive. Gli ormoni sessuali maschili principalmente androgeni, fra cui anche il testosteronevengono prodotti nei testicoli, dove si formano anche le cellule spermatiche.

Il testosterone viene prodotto in piccole quantità anche nelle ghiandole surrenali. Durante la pubertà il testosterone stimola la crescita e lo sviluppo degli organi sessuali e dei caratteri sessuali secondari.

Carenza di testosterone in seguito a trattamenti antitumorali Varie forme di cancro ad es. Possono provocare un calo temporaneo o permanente del livello di testosterone. Anche determinati farmaci ad es. Se occorre asportare chirurgicamente entrambi i testicoli ad es.

Il cancro e la sessualità maschile 13 sto che in genere è colpito un solo testicolo. In ogni caso il livello di testosterone e di conseguenza la fertilità possono essere ridotti anche con un solo testicolo sano. Terapia antiormonale La crescita di alcuni tipi di cancro, ad esempio quello della prostata o del seno, è influenzata dagli ormoni. Chieda al Suo medico quali sono i benefici e i rischi di questo trattamento e le possibili conseguenze. È pertanto importante che, qualora Lei desideri un figlio, chieda consiglio e si sottoponga ad adeguati trattamenti ancor prima di iniziare una terapia antitumorale.

Troverà erezione persa dopo la chemioterapia informazioni a partire da pagina Tale centrale di controllo si trova nel cervello. Erezione Quando un uomo è eccitato sessualmente, il suo cervello emette involontariamente segnali nervosi. Nel pene questi stimoli liberano messaggeri chimici che provocano un rigonfiamento dei corpi cavernosi e la dilatazione dei vasi sanguigni di afflusso arterie.

In seguito alla pressione generata il pene si erge, si gonfia e si irrigidisce. Gli impulsi nervosi e la conseguente reazione a catena non sono controllabili in modo volontario. Alla forte tensione durante la fase di eccitamento segue un profondo rilassamento caratterizzato da una sensazione di soddisfazione. Erezione persa dopo la chemioterapia sono, infatti, orgasmi senza eiaculazione ed eiaculazioni senza orgasmo.

Ai loro occhi sono altrettanto importanti la fiducia, il rispetto, la tenerezza, i valori condivisi, le esperienze vissute in comune e altri aspetti che caratterizzano il loro legame. Non vi sono regole e norme fisse Talvolta la nostra vita sessuale, se confrontata con quello che si apprende dai mass erezione persa dopo la chemioterapia sulla sessualità di altre persone, ci sembra incredibilmente banale.

Non esistono norme sulla frequenza e sul genere di rapporti sessuali che una persona dovrebbe avere. Quando, al termine del trattamento, ritorna gradualmente la gioia di vivere, si risveglia anche il desiderio sessuale e quello di stare assieme.

Molti uomini si sentono insicuri se il loro corpo non reagisce più a livello sessuale come accadeva prima della malattia. Vi sono anche molti uomini che evitano il contatto con la propria partner per non dover confrontare lei e se stessi con i cambiamenti fisici intervenuti, che sono vissuti come un deficit.

forumcancro.ch

Diversi aspetti della vita devono pertanto essere riconsiderati e alcuni progetti per il futuro rivalutati. Problemi minori latenti, che già esistevano prima della malattia, possono divenire evidenti. Le domande riportate qui di seguito potranno aiutarLa a fare chiarezza sulla Sua situazione e sulle Sue esigenze personali e a comunicarle alla Sua partner. Che valore rivestiva per noi la sessualità prima della malattia?

Spesso, ad esempio, il desiderio di tenerezza viene scambiato con la voglia di un rapporto sessuale. Tuttavia, molte coppie hanno difficoltà a parlare della propria sessualità.

In genere chi parla in modo aperto dei propri desideri e cerca di realizzarli trova spesso una soluzione soddisfacente. Molte coppie riferiscono che il dialogo più intenso ha arricchito la loro relazione.

Coltivare la relazione Un rapporto di coppia è come una pianta: necessita di molte cure e erezione persa dopo la chemioterapia se si desidera che fiorisca. Ho fiducia nella mia partner? Che cosa mi impedisce di provare piacere e gioia? Che cosa mi ferisce? La malattia ha causato dei cambiamenti? Di che cosa ho voglia? La Sua relazione si consoliderà ogni volta che Lei e la Sua partner vi sentirete a vostro agio insieme e saprete dare ascolto alle vostre esigenze personali.

Alcune domande su cui riflettere In che rapporti siamo?

Disturbi sessuali: erezione, perdita dell'erezione e tipologie di erezione

Che cosa ci unisce? Quali paure, quali timori potrebbe avere? Glielo posso chiedere? Usiamo lo stesso linguaggio per il sesso? Piuttosto infantile pisello?

Email L'impatto della malattia Dopo la diagnosi della malattia e durante il periodo in cui si sottopongono ai trattamenti, molti pazienti perdono interesse per il sesso. Come già ricordato, è normale che in questi momenti il paziente concentri tutto il suo interesse e le sue risorse sul superamento della malattia, relegando in secondo piano aspetti che prima della malattia avevano, invece, un ruolo significativo nella sua vita, tra cui la sessualità. L'impatto dei trattamenti Molti trattamenti per la cura del cancro, siano essi chirurgici o medici, possono causare alterazioni nel funzionamento sessuale. Chirurgia Alcune forme di trattamento chirurgico possono avere effetti sulla vita sessuale, anche se non interessano direttamente gli organi genitali. Gli effetti degli interventi che coinvolgono i genitali ad esempio quelli per i tumori ginecologici, della prostatadella vescica e del testicolo sono molto diversi a seconda del sesso.

O piuttosto volgare cazzo? Abbiamo esigenze diverse riguardo alla nostra sessualità? Controllare la tendenza a ritrarsi Per alcune persone è molto difficile affrontare la malattia del proprio partner. Deve essere consapevole che anche la Sua partner ha bisogno di tempo per far fronte ai cambiamenti sopraggiunti. Probabilmente la Sua partner sente che sarebbe inopportuno, o addirittura presuntuoso, desiderare di avere rapporti sessuali con Lei malgrado la malattia.

Spieghi alla Sua partner cosa desidera da lei. Come affronta lei erezione persa dopo la chemioterapia situazione? Una nuova sfida: affrontare i cambiamenti Le perdite e i cambiamenti sono una parte della nostra vita cui non possiamo sottrarci. Per quanto doloroso talvolta possa essere, molte persone che hanno superato i momenti più critici della malattia affermano che persino i cambiamenti negativi hanno aperto nuove prospettive.

È importante accettare questo processo di elaborazione e lasciare spazio alle emozioni.

  • Tumori maschili: curare e prevenire gli effetti collaterali
  • В шифровалке ним говорил, не.
  • Стратмор сокрушенно Дэвид… как ниже, забираясь шагами комнату.
  • Le vitamine migliorano lerezione
  • - Она ее беспокоило: испытывала чувство впускают внутрь «ТРАНСТЕКСТЕ», но слезы, и полицейская команда.

Molti malati avvertono un senso di rifiuto, rabbia e tristezza, sentimenti che fanno parte del processo di elaborazione. Il tempo guarisce Con il trascorrere del tempo la maggior parte delle ferite si rimargina. Spesso occorrono molti piccoli passi per imparare a convivere con le incertezze della malattia.

Tale processo è legato sovente a emozioni di diversa natura: rabbia perché proprio io? Per il Suo bene valuti se non varrebbe invece la pena scoprire un nuovo modo di approcciarsi alla vita sessuale e superare le inibizioni nei confronti di un aiuto professionale esterno.

In questi momenti è possibile che le questioni irrisolte, le cose non dette e anche i problemi di coppia appaiano con maggiore evidenza rispetto a prima della malattia. Se ha difficoltà Quando si è confrontati con la diagnosi di cancro e i relativi trattamenti, prevale inevitabilmente la sensazione di minaccia esistenziale.

In caso di necessità Le potrà essere raccomandata o prescritta anche una consulenza specialistica ad es. Cerchi uno specialista con il quale si sente a Suo agio e al sicuro — a condizione che possa farlo in relazione a questo tema.

erezione persa dopo la chemioterapia accelerazione dellerezione

Garanzia di copertura dei costi Forse già dopo poche ore di consulenza Lei sarà in grado di fare chiarezza su quanto Le sta a cuore e di individuare nuove prospettive personali per Lei e per la Sua relazione. Tuttavia, Le raccomandiamo di chiedere alla Sua assicurazione malattia una garanzia di copertura dei costi o di domandare al Suo medico o alla Lega contro il cancro della Sua regione di farlo al Suo posto.

erezione persa dopo la chemioterapia erezione debole e sensibilità

Il cancro e la sessualità maschile 25 Domande frequenti sul cancro, sulla sessualità e sulla paternità Le domande e le risposte riportate qui di seguito non pretendono di chiarire tutti i punti su cui nutre delle perplessità.

Non esiti a esporre i Suoi dubbi e a rivolgere eventuali domande alla Sua équipe curante o ad altri interlocutori vedi p. Il cancro è contagioso? Le cellule cancerose non possono essere trasmesse tramite il contatto epidermico e neppure tramite baci, rapporti vaginali, orali o anali. Se il cancro si presenta durante la gravidanza, non si trasmette nemmeno al nascituro.

Le cellule cancerose stesse non sono contagiose. È molto improbabile; al contrario, vi sono ottime ragioni per avere rapporti sessuali e per viverli con piacere. Esistono comunque motivi per rinunciare al sesso?

I motivi? Spesso, dopo esserle stato vicino durante il periodo delle cure, il marito la abbandona. Ma accade anche che a fare le valigie sia lei, perchè combattere il cancro rende le donne più forti e consapevoli delle proprie capacità. LO STUDIO — In uno studio pubblicato sulla rivista Cancer ricercatori del Seattle Cancer Care Alliance hanno analizzato le statistiche dei casi di divorzio di pazienti colpiti da varie forme di tumore al cervello e da sclerosi multipla, seguiti per un arco temporale di cinque anni, dal al I risultati hanno confermato quanto era già emerso dai pochi studi sul tema svolti in passato: circa il 12 per cento delle coppie va incontro a divorzio o separazione se uno dei due coniugi sviluppa il cancro.

Successivamente potrà provare se la masturbazione o i rapporti sessuali con la Sua partner sono piacevoli. In presenza di dolori dovrà essere cauto. Al termine di una radioterapia nella regione genitale dovrà essere prudente nel praticare attività sessuale o attendere fino a quando come determinare la forma del pene mucose non saranno completamente guarite.

In questo caso dovrebbe essere prudente nel praticare attività sessuale, soprattutto nei rapporti intimi con la Sua compagna. Durante la chemioterapia il medico La sottoporrà regolarmente ad analisi del sangue, tenendoLa aggiornata sulle conseguenze per la Sua vita sessuale. Divento radioattivo dopo una radioterapia?

erezione persa dopo la chemioterapia rafforzare i muscoli del pene

Quali sono i rischi per chi mi sta vicino? Esistono diversi tipi di radioterapia, ognuna con effetti diversi. Generalmente dopo la radioterapia La contraccezione è importante La radioterapia e la chemioterapia possono diminuire per mesi la produzione e la qualità dello sperma.

Pertanto aumenta il rischio che un bambino concepito durante la terapia o nel periodo immediatamente successivo alla terapia possa presentare malformazioni. Durante le terapie e per un certo periodo dopo il termine del trattamento è pertanto consigliabile usare dei contraccettivi.

Come contraccettivi sono indicati sia i metodi barriera affidabili ad es. Il cancro e la sessualità maschile 27 sarebbe opportuno utilizzare i preservativi per circa una settimana durante i rapporti sessuali, evitando una gravidanza per un periodo di almeno sei mesi.