Ho un problema di erezione al momento della penetrazione

Lerezione scompare quando si spoglia una ragazza, Le 10 convinzioni sul sesso che peggiorano l’erezione | Studio Bortolotti Calderone

Ho un problema di erezione al momento della penetrazione mattia Condividi su: Buonasera, sono un ragazzo di 24 anni e ho avuto 3 ragazze con cui ho fatto sesso nella mia vita sempre senza problemi. Ora con la nuova ragazza ho un problema di erezione al momento della penetrazione.

Problemi dell'erezione

Mi spiego, con lei sto bene e sono riuscito ingrandimento naturale del pene farci sesso 2 volte ma le ultime volte ho notato che perdo l'erezione, che magari nei preliminari c'è mentre nel momento in cui dovrei penetrare no.

E' possibile in generale che una certa quota di ansia interferisca con l'erezione e occorre capire da dove viene questa ansia e da cosa è scatenata. Intanto si chieda cosa prova per questa ragazza e scriva i suoi sentimenti e sensazioni prima e durante il rapporto e provi a parlare con la sua partner di come vi sentite e di cosa avreste bisogno.

  1. Infine ci sono i problemi di erezione legati strettamente ai rapporti con una specifica partner: l'uomo riferisce di essere sempre riuscito ad avere rapporti soddisfacenti, ma qualcosa nel rapporto attuale non funziona e con la sua compagna del momento non ci riesce.
  2. Disfunzione erettile e coppia - Dipartimenti Benessere Coppia
  3. Erezione debole o assente da ansia e cause psicologiche: cura e rimedi | MEDICINA ONLINE
  4. Liti con le fidanzate?
  5. I disturbi sessuali - Centro medico CMEIT
  6. Problemi dell'erezione - Dott. Giammario Mascolo - Psicologo Psicoterapeuta

Auguri Dott. Quella che descrive è un deficit lerezione scompare quando si spoglia una ragazza "ante portam", ovvero un calo dell'erezione che si realizza propri al momento della penetrazione o quando questa diviene prevedibile durante l'incontro sessuale.

Navigazione articoli

Se è possibile realizzare una lerezione scompare quando si spoglia una ragazza aperta e autentica con la ragazza, è preferibile esplicitare la propria difficoltà del momento che comunque è evidente anche alla partner e il disagio che le arreca. Dunque preferire di sospendere i rapporti di penetrazione per ridurre l'ansia da prestazione come fattore di mantenimento del disturbo e dedicarvi a un gioco erotico piacevole attraverso altre forme di stimolazione.

Quasi sempre la situazione è un paziente che mi dice di aver problemi di erezione ma che le analisi non hanno dimostrato nulla di rilevante. La grande confusione e il grave errore stanno nel fatto che la maggior parte degli uomini e delle donne pensano che avere un problema di erezione psicologico sia sinonimo di malattia mentale, di perversione mentale o disordini mentali gravi e irreparabili. Non devi farti trarre in inganno da questo termine!

Quando poi potrà sentirsi sufficientemente a proprio agio potrete riprendere anche con la penetrazione, disponendo di un luogo e di tempi rassicuranti. Saluti Dott.

Account Options

Il farmaco a parer mio non e' una buona soluzione, perché le evita di affrontare un momento di crescita e maturazione. L' ansia da prestazione non e' altro che una paura: paura di non essere in grado, paura del giudizio altrui.

lerezione negli uomini finisce

Le chiederei cos' ha di nuovo e diverso questa terza ragazza. Probabilmente si e' posto un obbiettivo più elevato nel confrontarsi con questa persona e questo se da un lato la stimola dall' altro le fa paura. Lei non deve dimostrare nulla, solo essere curioso e divertirsi.

erezione quanto tempo

La psicoterapia strategica breve e' il modo migliore di affrontare le sue paure. La invito a documentarsi e a fare qualche incontro con un professionista della sua città.

Cari Saluti Prof. La psicofarmacologia non è in grado di risolvere il Suo problema, ma soltanto alleviarne i sintomi, con gli effetti collaterali che, come sempre con qualsiasi medicina avviene, sta sperimentando - perché ad essi devono con quasi certezza essere ricondotti.

Cerca la sede più vicina a te

Cordiali saluti Dott. Anche l'uso di sostanze come droghe o alcool possono influire o la semplice stanchezza. Saluti e auguri Dott. Ora sta a lei decidere se trattare farmacologicamente questo sintomo, oppure di cercare di individuarne le radici, rivolgendosi ad uno psicoterapeuta e facendo un lavoro su se stesso senza l'ausilio dei farmaci!

Prenota subito la tua visita specialistica

In bocca al lupo! Emozioni negative, in particolare l'ansia, possono comportare difficoltà di erezione. Nel suo caso potrebbe essersi innescato un meccanismo per cui, dopo il primo insuccesso, la sua attenzione ogni volta poco prima e durante il rapporto è focalizzata a non perdere l'erezione. Questa attenzione focalizzata prodotta dall'ansia, comporta proprio la perdita dell'erezione.

ciò che solleva unerezione in un uomo

Diventa una profezia che si autoavvera. Lei vive il rapporto come un test da superare.

La vita è l'unica opera d'arte che possediamo.

Le consiglio una terapia Cognitivo Comportamentale. Dovesse avere dei dubbi mi contatti pure.

nessuna erezione mattutina ma notte

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Disturbi dell'eccitazione sessuale"? Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.